Fast Font

La Nascita della CIL

Leggi l'articolo al seguente link.

Ricordando Luigi Margaria e Beppe Boni

In questi primi giorni di settembre 2018 sono mancate due figure significative del sindacalismo torinese.

 

Luigi Margaria, proveniente dalla categoria degl autoferrotranvieri, è stato un testimone di professionalità e di militanza sindacale. Una personalità che ha saputo combinare la gradevolezza nei suoi rapporti umani con l'intelligenza di coltivare una attenta cultura della propria categoria, incentrata sulla coesione e la solidarietà.

 

Beppe Boni è stato un sindacalista intellettuale, che ha percorso diverse esperienze nazionali e locali, nella categoria molto attiva degli alimentaristi e nel settore della formazione sindacale ai vari livelli. Lettore e studioso di problemi sociali, avendo acquisito la laurea in sociologia negli anni del grande movimento studentesco e sindacale, ha collaborato a numerosi progetti formativi e ad iniziative culturali, in cui ha espresso tanta empatia ma anche profonda analisi critica. Ha attraversato tante difficoltà in salute e mobilità fisica sopportati ed espressi con la singolare passione che ha animato la sua esistenza. 

CATTOLI SOCIALI, GRANDE GUERRA E SINDACALISMO BIANCO

INIZIATIVA CONGIUNTA DI “LA VOCE E IL TEMPO” E FONDAZIONE “VERA NOCENTINI

Scarica l'articolo

GRANDE GUERRA, LAVORO, SINDACATO

CONVEGNO DI STUDIO: GRANDE GUERRA, LAVORO, SINDACATO

Il sindacato tra conflitto e relazioni industriali codificate

Università degli Studi di Torino, lì 22/09/2017

Leggi gli atti degli interventi

 

Nota: La registrazione audio delle relazioni è stata effettuata a cura della Fondazione Vera Nocentini. La trascrizione degli interventi è stata effettuata a cura della Fondazione Giuseppe Di Vittorio.

Breve vita e contesa memoria di Pierino Delpiano: un eroe utile a molti

Riprodotto da DocBi, Studi e ricerche sul biellese, Centro Studi Biellesi, 2017.

Scarica l'articolo

Francesco Lepore

E' mancato Francesco Lepore, è stato dirigente del sindacato scuola torinese.

Quando lo conobbi nei lontani anni Sessanta, in occasione di un Corso residenziale di formazione propedeutico all’ immissione nel ruolo dei maestri, all’Aquila di Giaveno, il giovane Francesco possedeva tutte le qualità che avrebbero caratterizzato la sua feconda vita di docente e di sindacalista: intelligenza, motivazione, coraggio delle proprie idee, capacità di interagire, senso critico, capacità di collocarsi in una dimensione di interessi sociali generali tali da trascendere il fatto personale. E nella sua lunga carriera di insegnante e di sindacalista queste doti si accrebbero sino a consentirgli di ricoprire il ruolo di Segretario provinciale del Sinascel Cisl di Torino dove contribuì a preparare la fusione dei vari Sindacati Scuola nel più vasto ambito della Cisl / Scuola. Il suo
ruolo nei rapporti con l’ Amministrazione fu sempre improntato ad una coraggiosa e netta difesa della scuola e dei docenti. Dopo il pensionamento ed il ritiro nella quiete paesana ad Orio Canavese riscoprì le sue doti originarie di coltivatore e di produttore di vini. Ma l’ attività agricola non gli impedì, anzi lo spinse a dare compimento ad un suo personale interesse vitale per la cultura e l’ arte drammatica. Fu parte attiva nella creazione di un gruppo teatrale canavesano di alto livello che portò sulle scene, anche torinesi, spettacoli di indubbio valore artistico. Ci piace ricordare Francesco nella sua poliedrica attività di educatore, di sindacalista, di agricoltore e di uomo di spettacolo come esempio a tutti noi di chi ha saputo offrire una realizzazione completa e armoniosa della propria vita.


Gianluigi Camera

1956: il contesto italiano e il dibattito politico e sindacale

La presentazione dell'incontro inserito nel ciclo di iniziative realizzate da Ismel 1956: l'anno del "disgelo", dedicate al sessantesimo anniversario dai fatti di Ungheria e Polonia del 1956.

L'incontro è curato da Fondazione Vera Nocentini e Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini.

Polo del 900

Servizio Civile Nazionale 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook

Area Riservata