Fast Font

Notice
  • IMAGESIZER_ERR_ACCESS
  • IMAGESIZER_ERR_ACCESS
  • IMAGESIZER_ERR_ACCESS
  • IMAGESIZER_ERR_ACCESS

PRESENTAZIONE DELLA RICERCA

"Movimenti migratori e

Culture alimentari a Torino"

a cura della Fondazione "Vera Nocentini" e

dell’Associazione "Il Nutrimente"

con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte e

del "Progetto the Gate PortaPalazzo"

La ricerca "Movimenti migratori e culture alimentari nella Torino del Novecento", promossa dalla Fondazione Vera Nocentini in collaborazione con l’Associazione "Il Nutrimente", ha avuto una durata triennale, ha coinvolto numerosi ricercatori – l’équipe di lavoro era formata da 11 studiosi – , con professionalità e competenze diversificate, che alla fine del percorso hanno prodotto numerosi saggi di carattere storiografico, bibliografico, sociologico e scientifico, affrontando in maniera innovativa, originale e approfondita, le tematiche in oggetto.

Ricordiamo che il tema da noi preso in considerazione, nel nostro paese è stato ad oggi presentato in maniera parziale e incompleta, e tale approccio da noi affrontato si potrà rivelare di grande interesse sia per il dibattito storiografico nazionale che internazionale, sia per i risultati raggiunti.

In allegato presentiamo lo schema di pubblicazione che verrà realizzato nei prossimi mesi, e alla sua conclusione verrà presentata a Torino una giornata di studio che vedrà tra i partecipanti, autorevoli studiosi italiani e stranieri. Entrambe le iniziative saranno finanziate dall’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte.

La diversità degli approcci ha fornito un quadro relativamente completo e complesso del tema, spaziando dai luoghi dello scambio con particolare attenzione al commercio formale e informale nella nostra città, al discorso pubblico sull’alimentazione, ai processi di mutamento dell’alimentazione degli operai torinesi con un’analisi approfondita delle prime mense aziendali, allo studio dei temi della fame e della povertà affrontati sui quotidiani torinesi negli anni Cinquanta, fino al rapporto fra produzione cinematografica e cibo.

Un aspetto per la nostra Fondazione, del tutto nuovo e inedito, è stato l’approccio medico-scientifico che alcuni ricercatori della Fondazione ISI (Institute for Scientific Interchange Foundation) con sede a Villa Gualino a Torino, coordinati dal prof. Paolo Vineis, di fama internazionale, hanno affrontato sia dal punto di vista del rapporto fra abitudini alimentari e profilo di salute di un campione di 10.000 soggetti residenti nell’area torinese, sia nelle interviste condotte a medici di base che esercitarono la loro attività in alcuni quartieri torinesi a forte densità migratoria negli anni Sessanta-Settanta.

Nel corso della ricerca, che ha visto tra i finanziatori sia enti pubblici che privati, oltre ai periodici incontri di discussione sull’avanzamento del lavoro all’interno dell’équipe, abbiamo avuto diverse occasioni di scambio in seminari pubblici e partecipazione a dibattiti, convegni, presentazione della ricerca in vari ambiti (scolastici, accademici, Fiera del libro, per citarne alcuni), che hanno favorito la crescita e la consapevolezza dei percorsi attuati.

Tra gli obiettivi realizzati nel corso della ricerca, citiamo un audiovisivo prodotto da Cliomedia e realizzato da Gianpaolo Fissore "Primo, secondo e cinema. Gli italiani e il cibo sul grande schermo dal dopoguerra ad oggi", la cui presentazione è stata promossa dalla Provincia di Torino nel 2001, e proposto in altri incontri pubblici, particolarmente adatto alle scuole medie inferiori e superiori per il suo approccio didattico e contenutistico. L’audiovisivo è stato distribuito gratuitamente in scuole, enti di formazione, istituti di cultura sia italiani che esteri che ne hanno fatto richiesta, per un utilizzo a fini esclusivamente didattici.

--------


IL CIBO DELL'ALTRO. 

(Roma, Edizioni Lavoro, 2003, € 12)

a cura di Marcella Filippa

----------

(Il volume è disponibile presso la Fondazione Vera Nocentini)

QUARTA DI COPERTINA

Il volume raccoglie i risultati di una ricerca interdisciplinare, realizzata da un’équipe di qualificati studiosi, sul rapporto tra i movimenti migratori a Torino negli anni della grande emigrazione e le culture alimentari delle diverse tradizioni regionali.

L'indagine - volta a delineare una storia sociale dell'alimentazione popolare e urbana del Novecento - mette in luce, grazie all'uso di fonti diversificate profondi mutamenti della realtà di quei decenni, evidenziando luoghi, riti, spazi, forme di socialità, incontri, scontri, contaminazioni, che hanno attraversato le generazioni, le identità, le culture e le  appartenenze sociali.

Sguardo profondo su una città metafora e realtà dell’Italia in anni di grandi mutamenti economici, sociali e di costume, questo studio introduce nuove e inedite prospettive di lettura e di interpretazione della storia italiana, e individua, attraverso il cibo, spazi di cultura, forme di tradizione e innovazione, narrazioni, percorsi soggettivi, di intere comunità e gruppi sociali.

Il volume raccoglie contributi di: Mara Anastasia, Sabrina Bertinetti, Simone Cinotto, Laura Fiorini, Gianpaolo Fissore, Bruno Maida, Michele Marangi, Marta Margotti, Paola Pallavicini, Carlotta Sacerdote.

------------------

Sommario

Diversi e uguali

di Marcella Filippa

I luoghi dello scambio. Immigrazione e commercio alimentare a Torino nel secondo dopoguerra

di Mara Anastasia e Bruno Maida 

Cibo alla "carta": il discorso pubblico sull’ alimentazione come pratica sociale. Il ruolo dei media (1960-1999)

di Paola Pallavicini

Il cibo degli operai. Trasformazioni sociali e culture alimentari a Torino dal 1945 al 1980

di Marta Margotti

Gli italiani e il cibo sul grande schermo dal secondo dopoguerra ad oggi. Mito della convivialità e demarcazione delle differenze

di Gianpaolo Fissore

Le parole non fanno polenta. E le immagini? Le prospettive di indagine sociale e storica attraverso l'uso del cinema: l'immaginario sul cibo nell'Italia della seconda metà del Novecento

di Michele Marangi

"Morti di fame". La rappresentazione della povertà sui quotidiani torinesi (1958-1963)

di Bruno Maida

Abitudini alimentari e profilo di salute. Analisi di un campione di diecimila soggetti residenti nell'area torinese

di Sabrina Bertinetti e Carlotta Sacerdote

Salute e alimentazione durante gli anni sessanta e settanta a Torino nella memoria dei medici di famiglia

di Laura Fiorini

Immigrazione e consumo alimentare in prospettiva storica. Saggio bibliografico

di Simone Cinotto

Indice dei nomi

Gli Autori

-------------------------------------


RECENSIONI

Fame e povertà: il cibo racconta gli emigrati del Dopoguerra di Massimo Novelli in "la Repubblica", giovedì 19 febbraio 2004

cibo.jpg (176747 byte)

Polo del 900

Servizio Civile Nazionale 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook

Area Riservata