Fast Font

Biblioteche Civiche Torinesi - Fondazione Vera Nocentini

                            lunedì 12 dicembre 2005, ore 17.30

Biblioteca Civica Alessandro Passerin d'Entrèves

via Guido Reni, 102 (Cascina Giaione)

presentazione del volume di Ivetta Fuhrmann e Gianna Montanari

“Scuola, storia e memoria del sindacalismo torinese

negli anni di movimento Sessanta e Settanta”  

intervengono:

    Maria Luisa Perna, storica, già docente presso l'Itis "A. Avogadro" di Torino, già ispettore ministeriale

    Dario Rei, docente presso la facoltà di Scienze POlitiche dell'Università di Torino

    modera Marco Masuelli, già preside dell'Istituto professionale di Stato per il Commercio "Carlo Ignazio Giulio"

 



 

 

Fondazione “Vera Nocentini”

Sindacati Scuola Cgil Cisl Uil

            VENERDI’  21  OTTOBRE  

ore 15 - 18,30

Aula Magna dell’Istituto Superiore “J.B. Beccari”,via Paganini, 22 - Torino

 
    

Convegno sul tema

“Scuola storia e memoria del sindacalismo scolastico torinese:
dalle testimonianze di ieri  all’impegno e alle speranze di oggi”

 
 
Programma

ore 15

Presentazione della ricerca e pubblicazione di Ivetta Furhmann e Gianna Bevilacqua

“Scuola, storia e memoria del sindacalismo torinese negli anni di movimento Sessanta e Settanta”

con  interventi di

Giovanni Avonto, Gianni Alasia, Renato Bresciani, Gianluigi Camera, Graziella Ansaldi, Gianni Giardiello,  oltre alle due autrici.

Coordinamento della giornalista Mariateresa Martinengo

Segue dibattito con altri testimoni e con l’intervento  degli attuali responsabili torinesi dei sindacati confederali della scuola:  Andrea Colombo (Cisl Scuola), Diego   Meli  (Uil Scuola), e  Chiara Profumo (Cgil Scuola).

ore 16.45  Pausa caffè

ore 17

“La storia sociale del Novecento: come passare dal rischio di oblio alla memoria critica”

Confronto coordinato da Enzo Pappalettera, dirigente regionale sindacato scuola con

Gianni Oliva, Assessore regionale alla Cultura,

Gianni   Cimalando, docente di storia scuola secondaria

Stefano Musso, docente di storia dell’Università di Torino

ore  18,30 Conclusione dei lavori da parte di Giovanni Avonto, presidente Fondazione Nocentini

 
Nell’ambito del Convegno saranno messi a disposizione dei partecipanti i volumi presentati.

 


 

 

Scuola, storia e memoria del sindacalismo torinese negli anni di movimento Sessanta e Settanta

di Ivetta Furhmann e Gianna Montanari

(Edizioni Angolo Manzoni, Torino, 2005)

 

La scelta della Fondazione Nocentini di assumere questo progetto di ricerca su scuola e sindacato nel decennio '68-'78 deriva dalla volontà di riscoprire attraverso la memoria e le testimonianze orali quanto è stato prodotto di valori e di esperienze in un passato contemporaneo ma non recente, in modo da suscitare il confronto ed il dibattito rispetto alle tendenze attuali.

Il decennio a cui si fa riferimento è quello in cui il movimento sindacale si è caratterizzato per la vertenzialità, per le conquiste e gli accordi non solo nei rapporti di lavoro, ma anche sui problemi della condizione sociale (allora chiamati "problemi delle riforme sociali").

A distanza di diversi anni (un decennio) dalla prima riforma che ha interessato la "scuola media unificata" (1962), si è manifestato un desiderio di ricerca sociale e culturale e di progettualità anche istituzionale, che ha trovato tanto nelle istituzioni locali quanto nel sindacato (di categoria e confederale) un terreno fertile di ascolto, di recepimento e di elaborazione che merita di essere riconsiderato in particolare nella sua valenza di memoria storica.

SCHEDA DEL VOLUME

 


 

Lavoro e sindacato nella storia contemporanea

a cura della Fondazione Vera Nocentini

(Edizioni Lavoro, Roma 2005)

 

Quale rilevanza hanno il lavoro e il sindacato nell’ insegnamento della storia del Novecento? L’ipotesi – al centro di un seminario svoltosi a Torino, riportato nel volume - è che si tratti di temi alquanto trascurati. Nella scuola italiana si accenna al sindacato studiando la rivoluzione industriale, la nascita del movimento socialista e del cattolicesimo sociale, l’avvento del fascismo. Qualche ulteriore cenno viene fatto negli Istituti in cui si studia Diritto ed Economia. Anche i rappresentati sindacali conoscono abbastanza poco della storia contemporanea e forse ancor meno quella del movimento sindacale.

Questo seminario («L’insegnamento della storia del lavoro e del movimento sindacale nel Novecento» ), che ha riunito docenti universitari, storici, insegnanti e formatori sindacali, ha inteso proporre, a partire dalle pratiche didattiche in uso, una riflessione utile ad avviare la progettazione di percorsi  e di strumenti efficaci per dare adeguato rilievo, nell’insegnamento della storia del Novecento, alla storia del lavoro e del sindacato. La conoscenza di questi temi, come dimostra anche il dibattito politico attuale, è infatti fondamentale per orientarsi nella contemporaneità, comprenderne i cambiamenti, esercitare il diritto di cittadinanza.

 

Polo del 900

Servizio Civile Nazionale 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook

Area Riservata