Nome in codice: Caesar

  • Stampa

card programma loghi fronte

 

La Fondazione Vera Nocentini, partner del Polo del '900, con il contributo e il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, con il contributo della Fondazione CRT, con il patrocinio della Città di Torino, ospitano la mostra internazionale Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura voluta e promossa in Italia da FNSI - Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Amnesty International Italia, FOCSIV - Volontari nel Mondo, Un Ponte Per, Unimed - Unione delle Università del Mediterraneo ed Articolo21.

L'esposizione è già stata vista da migliaia di visitatori al Palazzo di Vetro di New York, al Museo dell’Olocausto di Washington e in varie città d’Europa e d’Italia.

La mostra è una selezione di 30 fotografie delle oltre 50 mila trafugate dall’ex-ufficiale della polizia militare siriana identificato come “Caesar”, incaricato dal Governo della Siria di documentare quanto accadeva ai detenuti nelle proprie carceri. Si tratta di immagini scioccanti, che testimoniano una realtà purtroppo ancora attuale.

Nei giorni di esposizione della mostra a Torino si tenterà di far luce sugli aspetti meno noti della crisi siriana, con importanti ospiti che animeranno dibattiti, proiezioni di film-documentari e presentazioni di libri, per indagare gli scenari futuri del Paese e di tutto il Vicino Oriente.

Aderiscono all'iniziativa: Acmos, Associazione Stampa Subalpina, Centro Studi Sereno Regis, Gruppo Abele, Sermig. 

Leggi la presentazione della mostra

PROGRAMMA 

(clicca sull'immagine per ingrandire)

 

card programma loghi retro