Presentazione "Gianavello, bandito valdese"

  • Stampa

gianavello def 2

 

In occasione dei cinquecento anni dalla Riforma protestante, la Fondazione Vera Nocentini in collaborazione con la Casa editrice Claudiana promuove la presentazione del libro di Bruna Peyrot e Massimo GnoneGianavello. Bandito valdese (Claudiana, Torino 2017). Discutono con gli autori, gli storici Marcella Filippa e Sergio Soave, accompagnati da una selezione di letture a cura di Giorgio Benigno e Pierfrancesco Gili.
 
Il volume è stato pubblicato in occasione dei quattrocento anni dalla nascita del montanaro-condottiero Giosuè Gianavello. Un originale percorso narrativo integrato da fonti storiche in parte inedite, che ricostruisce la storia di un piccolo proprietario contadino che si trasformò lentamente in bandito, sia battendosi in difesa delle popolazioni valdesi vessate dai Savoia sia - rispetto alla sua stessa comunità - in quanto il suo esilio fu lo scotto per una pace dopo cento anni di persecuzioni. Convinto credente e abile stratega, uomo comune e eccezionale a un tempo, la sua vicenda illustra la complessità di un periodo storico - la seconda metà del Seicento - in cui le Valli valdesi, a un tiro di moschetto da Torino, erano diventate territorio disputato dalle potenze dell'epoca, prima tra tutte la Francia del re Sole.