Fast Font

Luigi Tessore, un antesignano modello

È mancato a 93 anni Luigi Tessore (17.04.2018) una delle figure più significative alle origini della storia CISL. Era nato in Val Chisone il 1° marzo 1925 e, dopo la costituzione della CGIL, ancora giovane, si era iscritto al sindacato: apparteneva alla corrente cristiana nella CGIL. Ma, dopo la scissione del 1948 egli tardò a distaccarsi fino alla nascita della CISL pluralista del 1950.

Con la costituzione del Centro Studi egli frequentò uno dei primi corsi e poi venne dirottato come dirigente CISL della Unione di Pavia, dove rimase negli anni ‘50 e ‘60, finché col commissariamento della CISL torinese viene chiamato dal Commissario Vito Scalia a costituire il gruppo di gestione (1967).

Col Congresso USP 1969 entra in segreteria collegiale con Bardesono e Delpiano, e resta in segreteria unionale con Delpiano, segretario generale, Bardesono, Gheddo, Avonto per una parte della vigenza, quando passa al coordinamento regionale del patronato INAS. Nel periodo successivo all’uscita da incarichi dirigenziali è sempre rimasto socio della Federazione Pensionati.

Cultura sindacale e generosità sono state le sue caratteristiche umane, che gli hanno permesso di essere l’uomo del dialogo con il pluralismo delle posizioni all’interno della CISL.

Polo del 900

Servizio Civile Nazionale 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook

Area Riservata