Fast Font

Storia

LOGO VERA NOCENTINI ONLUS La Fondazione "Vera Nocentini" è stata costituita nel 1978 da un gruppo di dirigenti   sindacali interni ed esterni alla CISL torinese e di docenti universitari.
Dal 1980 è aperta quotidianamente al pubblico.

La Fondazione “Vera Nocentini”, intitolata a una operatrice sindacale dei metalmeccanici che aveva la passione per la conservazione della memoria storica (scarica la biografia completa al link), è stata costituita 32 anni fa per iniziativa delle tre principali organizzazioni sindacali torinesi (Cgil, Cisl, e Uil) che intendevano conservare e valorizzare unitariamente la memoria del movimento operaio a Torino.

Infatti a metà degli anni ’70 del secolo scorso nasce nel sindacato italiano la volontà  di valorizzare la memoria delle lotte  e delle conquiste sociali: perché è un periodo caratterizzato da forti iniziative per l’acquisizione di nuovi diritti individuali e collettivi sui luoghi di lavoro, ma anche a livello di società civile.

Ma a partire dagli anni ’80, sotto la sferza della crisi economica e delle ristrutturazioni aziendali, l’unità federativa del sindacato italiano si rompe e a Torino anche l’idea dell’archivio cooperativo si spezza  e viene affidato a singoli istituti storico-culturali.Sala accoglienza della prima sede in via Barbaroux 43 a Torino

La Fondazione Nocentini diventa allora prevalentemente la casa per conservare la memoria della Cisl torinese e piemontese, una istituzione in forma associativa che riunisce sindacalisti, docenti universitari, studiosi e ricercatori, dotata di una propria autonomia statutaria e di un riconoscimento giuridico regionale. Il sindacato contribuisce con il finanziamento e con la presenza nel Consiglio di amministrazione alla vita della Fondazione stessa.

La Fondazione fin dalla sua origine ha stipulato convenzioni di servizio con le strutture sindacali della Cisl torinese e piemontese, che le assicurano un contributo annuale per il lavoro di ordinamento e conservazione dei fondi archivistici sindacali che essa svolge. Inoltre la Fondazione a fini istituzionali riceve contributi pubblici da Regione Piemonte, Comune di Torino e Ministero per i Beni Culturali, e privati da Fondazioni bancarie e imprese interessate al lavoro della Fondazione stessa.

Sala Biblioteca "Vera Nocentini" della nuova sede di via Madama Cristina 50 a TorinoLa Fondazione ha ottenuto due riconoscimenti dalla Soprintendenza Archivistica per il Piemonte e la Valle D’Aosta (25.11.1983) in quanto il proprio patrimonio documentario "costituisce fonte di essenziale rilevanza per la storia del movimento sindacale e operaio", e dalla Regione Piemonte con deliberazione del Consiglio Regionale n. 756-4269 del 12 aprile 1994 che ha inserito la "Nocentini" fra gli Istituti culturali piemontesi che "conservano e valorizzano patrimoni bibliotecari e/o archivistici di rilievo". La Fondazione fa parte dello IALHI (International Association of Labour History Institutions); e collabora con istituzioni di studio e di ricerca a livello locale e nazionale, e in particolare organizza periodicamente corsi di aggiornamento per insegnanti e studenti sui temi del lavoro con l’IRRE Piemonte (Istituto regionale di ricerca educativa), programmi di documentari audio-video in collaborazione con archivi storici di Torino e presentazione di opere letterarie in collaborazione con biblioteche cittadine. E' parte attiva del gruppo di associazioni che stanno lavorando per la costituzione a Torino della Casa degli archivi del mondo del lavoro (Istituto per la memoria e la cultura del lavoro, dell'impresa e dei diritti sociali).

Foto Vera NocentiniLa Fondazione propone a studiosi e ricercatori un ingente patrimonio costantemente in sviluppo, costituito da fondi bibliotecari e archivistici provenienti da strutture sindacali e associazioni convenzionate, e da privati. Promuove inoltre studi e ricerche di carattere socioeconomico e culturale, coordina indagini sul tema del lavoro, organizza corsi di formazione , seminari e giornate di studio sulla storia sindacale. Collabora ad iniziative promosse dagli Assessorati alla Cultura della Regione, della Provincia e della Soprintendenza ai Beni archivistici. Fa parte del gruppo di lavoro sugli archivi storici sindacali costituito dalla Regione Piemonte nel 1985.

Dalla sua costituzione la Fondazione ha avuto sede al quarto piano di via Barbaroux 43 a Torino fino alla primavera 2009, anno in cui è avvenuto l’insediamento nella nuova sede della Cisl di Torino, in via Madama Cristina 50.

 

Italian English French German

Polo del 900

Servizio Civile Nazionale 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook

CALENDARIO

Dicembre 2018
D L M M G V S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Area Riservata