FONDAZIONE CULTURALE "VERA NOCENTINI"

 

 

Ciclo di incontri:  Solo andata. Storie e immagini di immigrazione


 

Torna alle iniziative

Home page

 

 

 

 

martedý 7 marzo 2006, ore 17.30

punto prestito Gabriele D'Annunzio

via Saccarelli 18 - Torino

 

 

 

 

 

Nell'ambito del ciclo di incontri tematici

Solo andata: storie e immagini di e migrazioni 

la Fondazione Vera Nocentini e la Rete delle Biblioteche Civiche Torinesi presentano il volume: 

La rabbia e la speranza. La montagna, l'emigrazione, il Vajont di Tina Merlin (Cierre Edizioni, Sommacampagna 2004)

 

Tina Merlin (Belluno, 1926-1991), staffetta partigiana, giornalista de "l'UnitÓ", per i suoi articoli di denuncia sul Vajont, viene processata - e poi assolta - per "diffusione di notizie false e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico". E' autrice  di numerosi volumi autobiografici che raccontano la vita partigiana, le lotte operaie, l'emigrazione e la condizione femminile. Il volume contiene una raccolta degli articoli pi¨ significativi dell'autrice scritti tra l'inizio degli anni Cinquanta  e la metÓ degli anni Ottanta. Dai primi testi di denuncia contro la devastazione del territorio alle inchieste sull'emigrazione, agli appassionanti articoli sul Vajont (da cui Marco Paolini e Gabriele Vacis hanno tratto ispirazione per il monologo Vajont 9 ottobre 1963. Orazione civile), emerge un forte impegno civile. Il testo Ŕ stato curato da Toni Sirena, figlio di Tina Merlin e vicedirettore del "Corriere delle Alpi".

 

Interventi di:

 

Ersilia Alessandrone Perona, Istituto piemontese per la storia della resistenza e della societÓ contemporanea "Giorgio Agosti"

Stefanella Campana, giornalista

Marcella Filippa, Fondazione Vera Nocentini

 

letture eseguite da Luigina Dagostino - Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani

 

 

 

 


 

 HOME PAGE