Fast Font

La propaganda fascista e nazista nella guerra civile spagnola

Incontro nell'ottantesimo anniversario della guerra di Spagna

gugliemlo

Nel luglio del 1936 un colpo di stato militare portò allo scoppio della Guerra Civil Española. Per leggittimarsi di fronte alla popolazione, l’esercito ribelle cercò sostegni internazionali, proponendosi come il regime degno di affiancare i due paesi europei presentati come “l’avanguardia dell’Occidente”: L’Italia Fascista e la Germania Nazista.
Prendendo come punto di riferimento la città spagnola di Vitoria, si propone un approccio all'incidenza di questa propaganda a favore dell’Italia e della Germania, attraverso la stampa e le fotografie dell'epoca.

Modera GIACOMO DEMARCHI, Università Statale di Milano
Intervengono


MARCO NOVARINO, Università di Torino
"La guerra civile spagnola"


ALESSIO BOTTAI, Redazione 'Spagna contemporanea' 
"L'intervento delle truppe fasciste in Spagna"


GUILLERMO MARIN, Università dei Paesi Baschi

"Il caso della città di Vitoria nei Paesi Baschi"


Con proiezione di foto d'epoca.

 

Organizzato da Fondazione Vera Nocentini, Istituto Gaetano Salvemini, Università dei Paesi Baschi e Università degli Studi di Torino Dipartimento di Lingue e Letterature stranierte e culture moderne.

POLO 900 - Marchio COLORI PER SFONDI SCURI


Logo circolare

 

 

0464a62343a7fdda503297234c42fde6

 

Logo-Facebook